NOTIZIE
Squiseat, la startup bolognese che combatte lo spreco alimentare

23 Marzo 2021

Econerre, la rivista di attualità e analisi economica dedicata all’Emilia-Romagna che offre un panorama completo e aggiornato dell’economia emiliano-romagnola, ha intervistato i founder di SquisEat,  la startup ideata da quattro studenti di informatica dell’Università di Bologna per ridurre lo spreco alimentare.

Vai all’articolo di Giulia Gagliano pubblicato su Econerre

SquisEat è una piattaforma che mette in vendita a metà prezzo, a fine giornata, i prodotti rimasti invenduti di ristoranti, forni e servizi di catering. I ricavi sono divisi tra la piattaforma e il produttore, che evita lo spreco alimentare e ha un ritorno economico mentre l’utente ha accesso a prodotti di qualità a prezzi vantaggiosi.
Numerosi i riconoscimenti ricevuti dalla startup, tra cui lo Startup Day dell’Università di Bologna, nel 2019 il primo premio nella categoria studenti di Think4Food (il progetto ideato e realizzato da Legacoop Bologna, che mette in connessione le imprese cooperative del comparto agroalimentare con startup, ricercatori e studenti universitari che stanno lavorando a idee innovative per lo sviluppo sostenibile e che possono contribuire al raggiungimento degli obiettivi fissati dall’Agenda ONU 2030), e nel 2020 l’Hackathon Hack4Food – To Feed The Future.

SquisEat (@squiseat_) | Twitter

SquisEat Sito web Mail info@squiseat.it
SquisEat Facebook SquisEat Telegram
SquisEat Linkedin SquisEat Instagram

Ora è disponibile anche la nuovissima app per smartphone e tablet.

Il progetto Think4food

X
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella pagina: Privacy Policy. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, si acconsente all'uso dei cookie. Ho capito ed acconsento all'uso dei cookie